OSTEOPATIA

CHE COSA È L’OSTEOPATIA?

Una tecnica terapeutica che prevede il solo utilizzo delle mani ed è estremamente efficace nel diagnosticare, prevenire e trattare con pochissime sedute, problematiche di varia natura legate a traumi pregressi, attività sportive o posture scorrette , senza l’utilizzo di farmaci o di apparecchiature elettromedicali.

Ha per scopo di trattare le disfunzioni somatiche osteo-articolari e viscerali attraverso una metodologia rigorosa che permette di riconoscere l’origine del disequilibrio funzionale.

Ricerca in particolare le restrizioni di mobilità presenti nel sistema muscolo-scheletrico attraverso specifici test manuali.

Dott. MATTEO SCOTTI

OSTEOPATA BFD – MASSOTERAPISTA


osteopatia@

A CHI È RIVOLTA?

È utile a tutti ed a ogni età, dal neonato all’anziano:

  • Agli sportivi, accompagnandoli durante tutta la loro attività.

  • A chi ha posture scorrette o fa attività che richiedono sforzi fisici particolari

  • Alle persone che hanno avuto traumi pregressi, risolti sul piano patologico ma in cui permangono disfunzioni biomeccaniche.

  • Alle persone affette da un’alterazione della mobilità articolare e/o tissutale.

  • A chi accusa sintomi quali dolori cervicali, dorsali, lombari, e agli arti o dolori viscerali.

COME OPERA:

Mira al ripristino della normale mobilità e/o della mobilità residua (in caso di patologie invalidanti es. artrosi) delle strutture osteo-articolari e ad una riduzione della sintomatologia dolorosa, utilizzando tecniche manuali per ristabilire una funzionalità ottimale.

Non utilizza farmaci o apparecchiature elettromedicali.

Stimola l’omeostasi del Paziente cercando di identificare e rimuovere l’origine biomeccanica della disfunzione in relazione al disturbo lamentato.

È un approccio innovativo ed originale al trattamento di pazienti con disfunzioni biomenccaniche, basato sull’anatomia, la fisiologia, la biomeccanica e la neurofisiologia.

La metodologia utilizzata consente di identificare rapidamente lo schema disfunzionale, di escludere il trattamento nel caso di presunta presenza di patologia organica e di inviare il paziente al proprio medico curante per gli approfondimenti necessari.

Di fondamentale importanza la collaborazione con il dentista per risolvere più velocemente qualsiasi disfunzione ad esso collegata.